Endocrinologia, Gravidanza

beta-HCG

Hits: 499

ultimo  aggiornamento  08/22/2019 20:47:28

β-HCG (β-Human Chorionic Gonadotropin): è una gonadotropina glicoproteica, ricca di ac. sialico, analoga dell’LH, prodotta però non dall’adenoipofisi ma in gravidanza dal corion (sinciziotrofoblasto)  dall’8° giorno al 3° mese circa di gravidanza e dalla placenta dal 3° mese circa fino a termine di gravidanza (1).

I valori sierici della β-HCG nella gravidanza fisiologica presentano ampi range di variabilità, raddoppiano ogni 2-3 giorni raggiungendo un picco alla 12a settimana circa; poi diminuiscono gradualmente fino al 6° mese e quindi presentano un plateau pressochè costante e su valori leggermente inferiori fino a termine di gravidanza. Le alte concentrazioni di  β-HCG nel 1° trimestre sono responsabili dei fenomeni neurovegetativi tipici della gravidanza iniziale.

Basse concentrazioni plasmatiche di β-HCG sono tipici della gravidanza extra-uterina e minaccia di aborto. Una brusca caduta dei livelli sierici di  β-HCG è segno cero di aborto spontaneo  mentre nelle gravidanze multiple si ritrovano valori superiori del 30% circa rispetto alla gravidanza singola. Elevati livelli sierici di β-HCG si riscontrano in caso di mola vescicolarecorioncarcinoma, tumori delle cellule germinali, teratomi con elementi di coriocarcinoma e tumori delle cellule insulari. Insieme all’alfa-fetoproteina,  la β-HCG è un ottimo marcatore biochimico per il monitoraggio dei tumori delle cellule germinali.

La β-HCG è una glicoproteina dimerica del peso molecolare di 38 kDa, formata, come l’LH,  da due catene di 92 e 111 aminoacidi denominate alfa e beta, ma, a differenza dell’LH possiede una porzione C terminale aggiuntiva di 29 aminoacidi che contiene 4 siti addizionali di glicosilazione che conferisce all’hCG un’emivita nettamente più lunga (24 ore) rispetto all’LH (20 minuti) (2).
L’HCG ha la funzione di stimolare la produzione di progesterone ed estrogeni da parte del corpo luteo gravidico ricco di recettori ad alta specificità, funzione precedentemente gestita da LH ed FSH la cui secrezione è bloccata in gravidanza allo scopo di impedire fenomeni di superfetazione (3). La secrezione luteale di progesterone è ipofisi indipendente; infati negli esperimenti sugli animali essa continua normalmente anche in animali ipofisectomizzati (3).  Il progesterone è indispensabile per il processo di decidualizzazione della mucosa endometriale. Solo l’1% dell’HCG presente nel sistema circolatorio materno passi la barriera placentare, questa piccola quantità agisce sulle gonadi fetali favorendone la differenziazione e la maturazione.
L’HCG è utilizzata nei programmi FIV come trigger per la maturazione finale dei follicoli che si completa in 38-40 ore e perciò il pick-up viene effettuato 34-36 ore dopo l’iniezione dell’HCG. L’HCG viene anche utilizzato nei cicli FIV  come supplementazione luteale, in alternativa al progesterone o ad esso associato, specialmente nei cicli di stimolazione ovarica con agonisti e/o antagonisti del Gn-RH.
Durante i primi mesi di gravidanza si è notata una scarsissima incidenza di infezioni da HIV e si è perciò ipotizzato che la gonadotropina HCG sia attiva contro l’HIV-1 (4).
Recentemente è stata proposta la  gonadotropina corionica iperglicosilata (HCG-H) come marker per la diagnosi precoce di  gravidanza (5-8).

Bibliografia:

  1. Richard A. Jungmann and John S. Schweppe: “Mechanism of Action of Gonadotropin”. J. Biol. Chem. 1972, 247:5535-5542.Cole LA (2009). “New discoveries on the biology and detection of human chorionic gonadotropin”Reprod. Biol. Endocrinol. 7: 8.
  2. Alberto Fernández-Tejada, Paul A. Vadola, and Samuel J. Danishefsky:  “Chemical Synthesis of the β-Subunit of Human Luteinizing (hLH) and Chorionic Gonadotropin (hCG) Glycoprotein Hormones”. J. Am. Chem. Soc., 2014, 136 (23), pp 8450–8458
  3. Gregory JJ, Finlay JL (April 1999). “Alpha-fetoprotein and beta-human chorionic gonadotropin: their clinical significance as tumour markers”. Drugs 57 (4): 463–7
  4. Lee-Huang S, Huang PL, Sun Y, Huang PL, Kung HF, Blithe DL, Chen HC (March 1999). “Lysozyme and RNases as anti-HIV components in beta-core preparations of human chorionic gonadotropin”. Proc. Natl. Acad. Sci. U.S.A. 96 (6): 2678–81.
  5. Brady PCFarland LVRacowsky CGinsburg ES.  Hyperglycosylated human chorionic gonadotropin as a predictor of ongoing pregnancy. Am J Obstet Gynecol. 2019 Aug 8. pii: S0002-9378(19)31002-6.
  6. Association of early beta-human chorionic gonadotrophin values with pregnancy wastage and multiple implantation in a donor oocyte programme. Legro RS, Paulson RJ, Lobo RA, Sauer MV.Hum Reprod. 1995 Dec; 10(12):3293-6.
  7. Hyperglycosylated human chorionic gonadotropin as an early predictor of pregnancy outcomes after in vitro fertilization. Chuan S, Homer M, Pandian R, Conway D, Garzo G, Yeo L, Su HI.Fertil Steril. 2014 Feb; 101(2):392-8. Epub 2013 Dec 17.
  8. Initial maternal serum human chorionic gonadotropin levels in pregnancies achieved after assisted reproductive technology are higher after preimplantation genetic screening and after frozen embryo transfer: a retrospective cohort. Hobeika E, Singh S, Malik S, Knochenhauer ES, Traub ML.J Assist Reprod Genet. 2017 Oct; 34(10):1333-1340. Epub 2017 Jun 21

2 Comments

  1. In fact, that answer has been available since 2007,
    if yohr Bush Government created the Revenue Basedd Settlement (IBR) scheme
    regarding student loan consumers I am not saying saying it
    is not difficult, but you will discover fairly straight-forward steps to break the seemingly never-ending demand of
    just about scraping by

  2. Take into accounht that with a shorter loan term, thee eqity is going to rise promptly however the installments
    may be larger The last time thatt wiol household credit debt was 100% connected with GDP is at 1929, the start of the Great Depression

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...