Anatomia

Ippocampo

Hits: 8

L’ippocampo è una struttura cerebrale pari, situato nella regione interna del lobo temporale, sotto la corteccia cerebrale, di una forma curva e convoluta, a “S” molto stretta, che ricorda il profilo di un cavalluccio marino.  L’ippocampo, insieme alla corteccia del cingolo, corteccia olfattiva e l’amigdala costituisce il sistema limbico. Le strutture limbiche costituiscono la base neurale delle emozioni.

Hippocampus.gif

Derivato embriologico del prosencefalo, l’ippocampo si compone di almeno 3 elementi: l’ippocampo proprio (detto anche corno di Ammon), la circonvoluzione dentata (o giro dentato) e il subiculum.

L’ippocampo stabilisce numerose connessioni, sia tra le sue componenti interne sia con aree encefaliche. 

La sua funzione principale è da riferire alla memoria a lungo termine, alla memoria spaziale e all’orientamento. L’ippocampo non è coinvolto nella memoria a breve termine e nei tipi di memoria procedurale (la memoria su come fare azioni motorie, come camminare). Questi sono principalmente gestiti dalla corteccia e dal cervelletto.

Le lesioni dell’ippocampo  possono occorrere anche come conseguenza di anossia, encefalite, traumi e stress.  Conseguentemente si riscontrano patologie come amnesia anterograda, l’amnesia retrograda, schizofrenia, grave depressione, Alzheimer, epilessia e altre patologie neurodegenerative.

Stress- L’ippocampo contiene alti livelli di recettori dei glucocorticoidi, che lo rendono più vulnerabile allo stress a lungo termine rispetto alla maggior parte delle altre aree del cervello e ne inducono atrofia e sclerosi. Questi risultati si osservano anche nella sindrome di Cushing grave e di lunga durata, malattia classicamente caratterizzata da elevati livelli di glicocorticoidi.

 

References:

  1. Per Andersen, Richard Morris e David Amaral, The Hippocampus Book, Oxford University Press, USA, 2007, ISBN 978-0-19-510027-3URL consultato il 30 aprile 2020.
  2. György Buzsáki, Lan S. Chen e Fred H. Gage, Progress in Brain Research, in Understanding the Brain Through the Hippocampus the Hippocampal Region as a Model for Studying Brain Structure and Function, vol. 83, Elsevier, 1º gennaio 1990, pp. 257–268.
  3. Prull MW, Gabrieli JD, Bunge SA (2000). “Ch 2. Age-related changes in memory: A cognitive neuroscience perspective”. In Craik FI, Salthouse TA (eds.).
  4. The handbook of aging and cognition. Erlbaum.Marian Joëls, Functional actions of corticosteroids in the hippocampus, in European Journal of Pharmacology, vol. 583, n. 2, 7 aprile 2008, pp. 312–321, 
  5. Anke Karl, Michael Schaefer e Loretta S. Malta, A meta-analysis of structural brain abnormalities in PTSD, in Neuroscience & Biobehavioral Reviews, vol. 30, n. 7, 1º gennaio 2006, pp. 1004–1031 
  6. Matthew J. Kempton, Zainab Salvador e Marcus R. Munafò, Structural Neuroimaging Studies in Major Depressive Disorder: Meta-analysis and Comparison With Bipolar Disorder, in Archives of General Psychiatry, vol. 68, n. 7, 4 luglio 2011, pp. 675–690
  7.  A. R. Consiglio, A. L. L. P. Ramos e J. A. P. Henriques, DNA brain damage after stress in rats, in Progress in Neuro-Psychopharmacology and Biological Psychiatry, vol. 34, n. 4, 30 maggio 2010, pp. 652–656,  
  8. Bernard S. Chang e Daniel H. Lowenstein, Epilepsy, in New England Journal of Medicine, vol. 349, n. 13, 25 settembre 2003, pp. 1257–1266, 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...