Menopausa

Sindrome climaterica: terapia medica

Hits: 381

Ultimo aggiornamento 2019-12-08  15:02:12

Il management della sindrome climaterica consiste nel prevenire e curare la patologia degenerativa della menopausa coinvolgente soprattutto l’apparato cardiovascolare e scheletrico oltre ai fenomeni neurovegetativi e l’umore.

 

HRT (Estrogen Replacement Therapy): Il trattamento di elezione dei disturbi della menopausa è costituito dalla terapia ormonale sostitutiva (HRT) che agisce su metabolismo osseo, funzionalità cardiaca, vampate di calore, sudorazione, insonnia, secchezza vaginale, pollachiuria, stato dell’umore, benessere generale, e qualità della vita.

 

Estrogeni: I disturbi vasomotori e le sindromi distrofiche cedono molto bene al trattamento con estrogeni tutti i giorni o per cicli di 21 giorni. Si è osservata una netta correlazione fra l’estrogenoterapia e la riduzione di osteoporosi (7). Il periodo ottimale di trattamento dovrebbe essere 5-10 anni. La sospensione della terapia comporta l’immediata sospensione dei benefici della terapia stessa.

La monoterapia con estrogeni comporta un aumentato rischio di iperplasia e ca. dell’endometrio, ovviamente nelle donne con utero, giá dopo pochi mesi, e persistenza di tale rischio fino a 5 anni dopo la fine del trattamento. Per questo motivo é indispensabile associare un progestinico oppure valutare l’efficacia dei fitoestrogeni (isoflavoni di soia, cimifuga e trifoglio rosso; resveratrolo (Resveton®  night & day cps). 

Nelle donne non isterectomizzate, si consiglia di associare al trattamento con estrogeni un progestinico, per almeno 12 giorni ogni ciclo, al fine di contrastare l’iperplasia endometriale estrogeno-indotta. Il trattamento sequenziale con progestinici deve seguire lo schema seguente: se il farmaco viene somministrato in trattamento ciclico, il progestinico deve essere aggiunto almeno negli ultimi 12 giorni di trattamento con estradiolo. In tal modo durante l’intervallo non vi sarà somministrazione ormonale. Se il farmaco viene somministrato in trattamento continuo, si raccomanda di assumere il progestinico per almeno 12 giorni al mese. In entrambi i casi, dopo la sospensione del trattamento con il progestinico, si manifesta in genere unemorragia da sospensione. A meno che non vi sia una precedente diagnosi di endometriosi, l’aggiunta di un progestinico non è raccomandata in donne isterectomizzate.

ESTRADIOLO:

  • Progynova® cpr 2 mg (estradiolo valerato)
  • Climara® 50 cerotti bisettimanali (ogni cerotto rilascia 50 µg di estradiolo emidrato nelle 24 ore)
  • Femseven® 50 cerotti (ogni cerotto rilascia 50 µg di estradiolo emidrato nelle 24 ore)

ESTRIOLO:

ETINILESTRADIOLO: Etinilestradiolo AMSA  cpr  10 mcg   50 mcg  1.000 mcg  (= 1 mg)

ESTROGENI CONIUGATI: gli estrogeni coniugati sono costituiti da: sodio estrone solfato, sodio equilin solfato, 17-α-diidroequilina, 17-α-estradiolo, equilenina, 17-α-diidroequilenina, 17-ß-diidroequilina, 17-ß-diidroequilenina, 17-ß-estradiolo e D8,9-deidroestrone.

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

 Progestinici: Indicati soprattutto in pre-menopausale per la carente o assente luteinizzazione del follicolo (Luteal Phase Defect, LDP). Nelle meno-metrorragie non organiche si utilizza il progesterone naturale micronizzato per os o per via vaginale (Progeffik®, Prometrium® gel vaginale, cps molli 100 mg, 200 mg) o i progestinici di sintesi  come il medrossiprogesterone acetato, MAP (Provera G® cpr 5 mg, 10 mg; Farlutal® cpr 10 mg, 20 mg) o il norprogesterone (Lutenyl® cpr 5 mg ) che hanno un minore impatto sul metabolismo soprattutto lipidico. Se invece prevalgono i fenomeni di iper-polimenorrea si preferisce il noretisterone acetato (Primolut-nor® cpr 10 mg). La durata della terapia è a cicli di 10-20 giorni in fase luteale.

 

$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$

Estro-progestinici: lo schema piú utilizzato finora é quello sequenziale, che tende a riprodurre quanto avviene durante il ciclo ovulatorio somministrando prima gli estrogeni da soli e poi associati con il progestinico. Possiamo utilizzare lo schema sequenziale ciclico e lo schema sequenziale continuo.  La somministrazione ciclica ha l’inconveniente, in alcune donne, di lasciar ricomparire, nella settimana senza terapia, il corteo dei sintomi vasomotori, sia pure in forma più attenuata. Entrambi gli schemi sequenziali prevedono la comparsa di perdite ematiche simil-mestruali nel 90% dei casi. Utilizzando invece uno schema terapeutico estro-progestinico continuo e non sequenziale non dovrebbero comparire perdite ematiche simil-mestruali. L’aggiunta del progestinico non fa diminuire l’efficacia degli estrogeni.

Klaira® 28 cpr, Naemis® 24 cpr, Premarin® 0.625 mg + Prometrium 100 mg o Progeffik 100 mg  o Farlutal 10 mg o Primolut-Nor 10 mg. Praticare solo per alcuni mesi. 

Estro-Progestinici sequenziali continui: Premelle S®  28 cpr 5 mg, Premelle S® 10 mg (14           cpr:  0.625 estrogeni coniugati + 14 cpr estrogeni coniugati 0.625 mg e MAP 5 mg o 10 mg)

Estro-Progestinici non sequenziali ciclici: (Effiprev® 21 cpr o Sibilla®  21 cpr (etinil-estradiolo 30 mg + dienogest 2 mg)): da preferire nei casi di polimenorrea pre-climaterica.

Estro-progestinici non sequenziali continui: Premelle  C® 28 cpr 2.5 o 5 mg (estrogeni coniugati 0.625 mg + MAP 2.5 mg 0 5 mg); Femoston®  28 cpr 1/5, 1/10, 2/10 (estradiolo + didrogesterone mg): è il classico schema utilizzato per le pazienti in menopausa da almeno 2 anni.

Estrogeni + androgeni: In caso di persistenza degli hot flushes è opportuno passare al trattamento con Estrogeni coniugati + androgeni (Premarin® + metil-testosterone: 0.625-1,25 mg  + 1.25-2.5 mg).  L’associazione EE + AA è inoltre indicata nei disturbi della libido. 

Danazolo (Danatrol cpr 50 mg, 100 mg, 200 mg o noretisterone acetato (Primolut-Nor cpr 10 mg) o il più recente progestinico di IVgenerazione, il Dienogest (Visanne® cpr 2 mg) in terapia continua: nelle gravi ipermenorree e metrorragie disfunzionali.

Il dienogest, agisce con meccanismo recettoriale progestinico come agonista del progesterone. Inoltre, pur essendo strutturalmente simile al  testosterone,  ha un’intensa e peculiare attività anti-androgenica (8-10). 

 

FITOESTROGENI E INTEGRATORI – la soia contiene fitoestrogeni come il trifoglio, la cimifuga riduce soprattutto le turbe umorali mentre l’agnocasto è particolarmente indicata nei casi di carenza progestinica.

  • Resveton® cpr night & day  (resveratrolo + melatonina + ac. Folico + vit D + vit C + vit B6[2] + EFA + calcio)
  • Estromineral serena plus®: (isoflavoni di soia, agnocasto, probiotici, magnolia, vitamina D3, calcio e magnesio). 2 capsule a sera (se predomina insonnia)
  • Estromineral fit®: 2 capsule al mattino, se prevale astenia
  • Evestrel® cpr giorno e notte: una compressa gialla al mattino, una compressa blu a sera. Ingredienti  Per compressa giorno (compressa gialla): estratto di soia 56% (isoflavoni 37,5 mg); lievito di birra ricco di selenio 3,7%; amido modificato; agenti di rivestimento (metilidrossipropilcellulosa; cellulosa; mono e digliceridi acetilati); acido stearico; antiagglomerartti (mono e digliceridi d’acidi grassi, stearato di magnesio, silice colloidale); coloranti alimentari (E171, E172). Per compressa notte (compressa azzurra): estratto di soia 56% (isoflavoni 37,5 mg); ossido di magnesio pesante 7,5%; amido modificato; agenti di rivestimento (idrossipropile metilcellulosa; cellulosa; mono e digliceridi acetilati); acido stearico; antiagglomeranti (mono e digliceridi d’acidi grassi, stearato di magnesio, silice colloidale); coloranti alimentari (E171, E132).
  • Keratose® caps (Ac. Grassi essenziali, beta-carotene, Vit. E, Estratto di Bromelia)
  • Serenel-Plus® cf  (Magnesio, Boro, Selenio Viit E  Vit BVit B1)
  • Hiperogyn® caps (Hypericum antidepressivo + Cimicifuga)
  • Menoflavon® cpr (isoflavoni + trifoglio rosso + calcio + vit D)
  • Azinco® cps (Calcio, Zinco, Vit D,  Vit E, Ac. Grassi polinsaturi Omega 3 e Omega 6)
  • Femal® cps (estratto di polline purificato): 1 cps al dì
  • Parmigiano, Emmental, Pecorino, formaggi stagionati in genere.

[1] Genisteina + daidzeina

[2] La vitamina B6 svolge un ruolo chiave nella biosintesi della dopamina e della serotonina, neurotrasmettitori la cui carenza nel periodo della menopausa può originare irritabilità e nervosismo.

References:

  1. Myers M.G. (2004). Effect of Caffeine on Blood Pressure Beyond the Laboratory. Hypertension 43:724-5
  2. López-García L. et al (2006). Coffee Consumption and Coronary Heart Disease in Men and Women: A Prospective Cohort Study. Circulation 113:2045-53
  3. Cornelis M.C. and El-Sohemy A. (2007). Coffee, caffeine and coronary heart disease. Current Opinion in Lipidology 18(1):13-9
  4. Higdon J. et al (2006). Coffee and health: a review of recent human research. Critical Reviews in Food Science and Nutrition 46(2):101-23
  5. Fredholm B. et al (1999). Actions of caffeine in the brain with special reference to factors that contribute to its widespread use. Pharmalogical Review 51,1:83-133
  6.  Flamigni C., Venturoli S., Ravaioli B., Vianelo F., Bagnoli A.: Cyproterone acetate and other antiandrogens In: “The Ovary: Regulation, Dysfunction, and Ttreatment”. Marco Island, Florida. “5-27 January 1996.
  7. Cauley JA et al. : « Estrogen replacement therapy and fractures in older women » Ann Intern Med 1995 ;122 :9-16.
  8. Nakamura M, Katsuki Y, Shibutani Y, Oikawa T, Dienogest, a synthetic steroid, suppresses both embryonic and tumor-cell-induced angiogenesis in European Journal of Pharmacology, vol. 386, n. 1, 1999, pp. 33–40.
  9. Raudrant D, Rabe T, Progestogens with antiandrogenic properties in Drugs, vol. 63, n. 5, 2003, pp. 463–92.
  10. Oettel M, Bervoas-Martin S, Elger W, Golbs S, Hobe G, Kaufmann G, Mathieu M, Moore C, Schneider B, Puri C, Ritter P, Reddersen G, Schon R, Strauch G, Zimmermann H, A 19-norprogestin without 17α-ethinyl group II: Dienogest from a pharmacokinetic point of view in Drugs of Today, vol. 31, n. 7, 1995, pp. 499–516.
  11. Saper C. B., Scammell T. E., Lu J. (2005). Hypothalamic regulation of sleep and circadian rhythms. Nature 437 1257–1263.
  12. Drake C, Kryger M, Phillips B. National Sleep Foundation. 2005 sleep in America poll: summary of findings. www.sleepfoundation.org ; March 2005
  13. Garzon P, Eisenberg MJ. Variation in the mineral content of commercially available bottled waters: implications for health and disease. Am J Med 1998;105:125-30.
  14. Whitney EN, Corinne BC, Sharon RR. Understanding normal and clinical nutrition. 3rd ed St. Paul West Publishing;1991:271-313, 853-92.
  15. Azoulay A, Garzon P, Eisenberg MJ. Comparison of the mineral content of tap water and bottled waters. J Gen Intern Med 2001;16:178-75.
  16. Petraccia L, Liberati G, Masciullo SG, Grassi M, Fraioli A. Water, mineral waters and health. Clinical Nutrition 2006;25:377-85.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...