PMA

Iperstimolazione ovarica dual-stim in pazienti poor-responders

Il ciclo ovarico classicamente è caratterizzato, in periodo follicolare precoce, dal reclutamento follicolare, selezione di uno o più follicoli dominanti che continuano a crescere fino allo scoppio follicolare ed espulsione dell’ovocita.

Nei cicli stimolati aumenta il numero dei follicoli reclutati che possono essere indotti all’ovulazione o prelevati per la fecondazione in vitro.

La scansione ecografica eseguita alcuni giorni dopo l’ovulazione o il pick-up rivela l’ovvia presenza di corpi lutei  insieme a numerosi follicoli che continuano a crescere e maturare grazie alla lunga emivita dei farmaci stimolatori somministrati per la COH e destinati all’atresia.  Però con ulteriore stimolazione, anche questi follicoli possono crescere e fornire ovociti maturi idonei per la fecondazione.

Questo protocollo di stimolazione è detto dual-stim e costituisce una scelta terapeutica alternativa nelle pazienti poor-responders, pazienti oncologiche e donne in età avanzata per arricchire il pool di ovociti, nel più breve tempo possibile,  da conservare e utilizzare per successivi embryo transfer in cicli non stimolati.

Possono essere adottati tutti i tipi di iperstimolazione ovarica ma il protocollo COH preferito prevede stimolazione con gonadotropine dal 2° giorno del ciclo e antagonisti; per indurre il surge dell’LH si utilizza un agonista del GnRH. Dopo 2-5 giorni è possibile iniziare un nuovo trattamento COH avendo cura di aggiungere una supplementazione con progestinici per ritardare le mestruazioni.

I bambini nati da blastocisti ottenute in fase luteale hanno lo stesso outcome perinatale di quelli nati da blastocisti ottenute in fase follicolare.

Effetti negativi del duo-stim:

  1. Sindrome da iperstimolazione ovarica severa (OHSS)
  2. Fallimento della seconda stimolazione
  3. Impossibilitò di effettuare un transfer a fresco

 

References:

  1. Bedoschi GM, de Albuquerque FO, Ferriani RA, et al. Ovarian stimulation during the luteal phase for fertility preservation of cancer patients: case reports and review of the literature. J Assist Reprod Genet 2010;27(8):491‐
  2. Zhang J. Luteal phase ovarian stimulation following oocyte retrieval: is it helpful for poor responders? Reprod Biol Endocrinol 2015;13:76.
  3. Iannantuoni NM. Strategie terapeutiche nei cicli di stimolazione ovarica. Convegno PMA in tavola Giugliano (Na), novembre 2016.
  4. Ubaldi FM, Capalbo A, Vaiarelli A, et al. Follicular versus luteal phase ovarian stimulation during the same menstrual cycle (DuoStim) in a reduced ovarian reserve population results in a similar euploid blastocyst formation rate: new insight in ovarian reserve exploitation. Fertil Steril 2016;105(6):1488‐95.
  5. Karande V, Gleicher N. A rational approach to the management of low responders in in-vitro fertilization. Hum Reprod 1999;14:1744


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha loading...