Gravidanza

Parto nella presentazione di faccia

Hits: 3192

La presentazione di faccia è rara verificandosi con una frequenza di 1‰.  Essa è dovuta ad iperestensione estrema della testa fetale; l’occipite fetale è a contatto con il dorso. Indice di presentazione: mento; diametro di presentazione: sottomento-bregmatico che misura 9.5 cm (1-3).

Varie sono  le cause della presentazione di faccia (4-12):   

Cause materne:

Cause fetali:

  • contrattura o congenita brevità dei muscoli del collo del feto che impediscono la flessione
  • tumori della tiroide
  • macrosomia fetale e/o sproporzione feto-pelvica
  • meningocele
  • anencefalia
  • dolicocefalia congenita in quanto si ha un aumento del diametro occipito-frontale
  • prematurità

Cause ovulari:

  • placenta pervia
  • giri del funicolo ombelicale intorno al collo

Diagnosi: La palpazione addominale permette di apprezzare la presenza della testa all’ingresso del bacino, ma poiché tra il dorso e la testa si ha un avvallamento, si nota l’esistenza di un gradino.
L’esplorazione vaginale, in caso di membrane rotte, consente di apprezzare le arcate orbitarie, le narici, il mento inoltre ponendo il dito esploratore sulla bocca, si induce nel feto il riflesso della suzione (13-22).

La diagnosi di una situazione di presentazione di faccia deve essere precoce. Il ritardo implica un aumento della mortalità perinatale di due volte e mezzo (23-25).

Evoluzione clinica del parto nella presentazione di faccia: Generalmente, nelle situazioni di presentazione di faccia, la rotazione interna avviene in posizione mento-anteriore e la testa partorisce per flessione. Se ruota in mento-posteriore, il parto per via vaginale è virtualmente impossibile (26-32).

Si possono prevedere tre possibili evoluzioni di una presentazione di faccia:

  1. posizione mento-anteriore (60-80%). L’espletamento del parto per via vaginale è probabile. E’ permesso l’uso del forcipe mentre l’uso della ventosa è controindicata. In caso di lenta progressione del travaglio si deve ricorrere al taglio cesareo
  2. posizione mento-laterale (10%). Attendere la rotazione a mento anteriore che resta n avvenimento probabile. Se si dovesse verificare un arresto della rotazione bisogna essere pronti a procedere al taglio cesareo
  3. posizione mento-posteriore (MP) (20-25%): la testa, il collo e le spalle fetali si impegnano nello stesso momento e, in genere il bacino non può assecondare questa presentazione. Inoltre la bocca fetale aperta può esercitare una pressione sul sacro impedendo la discesa del bambino nel canale del parto.  Nel 25% dei casi avviene una rotazione in mento-anteriore ed in tal caso è possibile espletare il parto per via vaginale spontaneamente o con l’uso di forcipe al piano perineale (il forcipe è consentito solo quando la testa fetale ha iniziato a distendere il piano perineale) anche se la parte prentata ha un diametro di circa 1 cm superiore alla presentazione di vertice. La rotazione potrebbe non verificarsi fino al momento in cui la parte presentata inizia a distendere il piano perineale. In caso contrario bisogna procedere a taglio cesareo.  Assolutamente controindicata l’applicazione di ventosa. (30-33) 

L’uso dell’ossitocina è consentito ma solo in caso di ipocinesia uterina e dopo attento controllo cardiotocografico

In certe situazioni, al momento della nascita può rendersi necessario l’intubazione neonatale per la possibilità di un’ostruzione delle vie aeree dovuta a trauma della laringe e della trachea.

Statisticamente, la presentazione di faccia non tende a ripetersi nei parti successivi.

Complicanze: in caso di parto vaginale con presentazione facciale si ha un’altissima probabilità che si verifichi un trauma. Subito dopo il parto la faccia del neonato è edematosa ed ecchimotica. Trattandosi di una condizione transitoria (24-48 ore), è necessario tranquillizzare i genitori. Ma il punteggio di Apgar è basso nel 13% dei casi e possono verificarsi gravi complicazioni come alterazioni del BCF (50%),  traumi facciali e cranici, travaglio prolungato, lesioni midollari, compromissioni della funzione motoria e cognitiva del bambino, anomalie nella frequenza cardiaca fetale e anche la morte fetale. Il trauma durante il travaglio può provocare un versamento edematoso  nelle vie respiratorie superiori fetali con distress respiratorio,  ipossia, encefalopatia ipossi-ischemica, emorragie cerebrali, paralisi cerebrale e idrocefalia (25-37).

Nelle presentazioni di faccia, nel caso in cui il ginecologo ritenga di affrontare il parto per via vaginale, occorre sempre chiedere il consenso informato alla mamma che deve avere la possibilità di richiedere un parto cesareo invece di un parto vaginale.  Oltre a spiegare in modo accurato i rischi e i benefici di ogni tipo di parto il medico deve ottenere il consenso informato anche per utilizzare il forcipe e/o l’ossitocina.

References:

  1.  Shaffer BL, Cheng YW, Vargas JE, Laros RK Jr, Caughey AB. Face presentation: predictors and delivery route. Am J Obstet Gynecol. 2006 May. 194(5):e10-2. [Medline].
  2. Borell U, Fernstrom I. The mechanism of labour. Radiol Clin North Am. 1967 Apr. 5(1):73-85. [Medline].
  3. Borell U, Fernstrom I. The mechanism of labour in face and brow presentation: a radiographic study. Acta Obstet Gynecol Scand. 1960. 39:626-44.
  4. Gardberg M, Leonova Y, Laakkonen E. Malpresentations–impact on mode of delivery. Acta Obstet Gynecol Scand. 2011 May. 90(5):540-2. [Medline].
  5. Collaris RJ, Oei SG. External cephalic version: a safe procedure? A systematic review of version-related risks. Acta Obstet Gynecol Scand. 2004 Jun. 83(6):511-8. [Medline].
  6. Verspyck E, Bisson V, Gromez A, Resch B, Diguet A, Marpeau L. Prophylactic attempt at manual rotation in brow presentation at full dilatation. Acta Obstet Gynecol Scand. 2012 Nov. 91(11):1342-5. [Medline].
  7. Johnson JH, Figueroa R, Garry D. Immediate maternal and neonatal effects of forceps and vacuum-assisted deliveries. Obstet Gynecol. 2004 Mar. 103(3):513-8. [Medline].
  8. Benedetti TJ, Lowensohn RI, Truscott AM. Face presentation at term. Obstet Gynecol. 1980 Feb. 55(2):199-202. [Medline].
  9. BROWNE AD, CARNEY D. OBSTETRICS IN GENERAL PRACTICE. MANAGEMENT OF MALPRESENTATIONS IN OBSTETRICS. Br Med J. 1964 May 16. 1(5393):1295-8. [Medline]
  10. Campbell JM. Face presentation. Aust N Z J Obstet Gynaecol. 1965 Nov. 5(4):231-4. [Medline].
  11. CHEN HY, WEI PY. Facial presentation and pelvic type; an analysis of twenty-one cases. J Int Coll Surg. 1960 Dec. 34:756-64. [Medline].
  12. Copeland GN Jr, Nicks FI Jr, Christakos AC. Face and brow presentations. N C Med J. 1968 Dec. 29(12):507-10. [Medline].
  13. Cruikshank DP, White CA. Obstetric malpresentations: twenty years’ experience. Am J Obstet Gynecol. 1973 Aug 15. 116(8):1097-104. [Medline].
  14. Cucco UP. Face presentation. Am J Obstet Gynecol. 1966 Apr 15. 94(8):1085-91. [Medline].
  15. Cunningham FG, Gant NF, Leveno KJ et al. Abnormal Labor. Williams Obstetrics. 23 rd. 452-454.
  16. DEDE JA, FRIEDMAN EA. FACE PRESENTATION. Am J Obstet Gynecol. 1963 Oct 15. 87:515-24. [Medline].
  17. Duff P. Diagnosis and management of face presentation. Obstet Gynecol. 1981 Jan. 57(1):105-12. [Medline].
  18. Gomez HE, Denner EH. Face presentation. Obstet Gynecol. 1956. 8:103-6.
  19. GROENIG DC. Face presentation; analysis of thirty-seven cases at Louisville General Hospital. Obstet Gynecol. 1953 Nov. 2(5):495-9. [Medline].
  20. Hankins GDV, Clark SL, Cunningham FG, Gilstrap LC. Operative Obstetrics: Forceps Delivery. Norwalk, Conn: Appleton & Lange; 1995. 168. 
  21. Hillman LM, Epperson JWW, Connally F. Face and brow presentation. Am J Obstet Gynecol. 1950. 59:831-42.
  22. JACOBSON LJ, JOHNSON CE. Brow and face presentations. Am J Obstet Gynecol. 1962 Dec 15. 84:1881-6. [Medline].
  23. Lauer AK, Rimmer SO. Eyelid laceration in a neonate by fetal monitoring spiral electrode. Am J Ophthalmol. 1998 May. 125(5):715-7. [Medline].
  24. Magid R, Gillespie CF. Face and brow presentation. Obstet Gynecol. 1957. 9:450-7.
  25. Miyashiro MJ, Mintz-Hittner HA. Penetrating ocular injury with a fetal scalp monitoring spiral electrode. Am J Ophthalmol. 1999 Oct. 128(4):526-8. [Medline].
  26. Posner AC, Buch IM. Face and persistent brow presentations. Surg Gynecol Obstet. 1943. 77:618-30.
  27. POSNER AC, COHN S. An analysis of 45 face presentations. Am J Obstet Gynecol. 1951 Sep. 62(3):592-9. [Medline].
  28. Posner AC, Friedman S, Posner LB. Modern trends in the management of face and brow presentations. Surg Gynecol Obstet. 1957. 104:485-90.
  29. POSNER LB, RUBIN EJ, POSNER AC. Face and brow presentations. A continuing study. Obstet Gynecol. 1963 Jun. 21:745-9. [Medline].
  30. Prevedourakis CN. Face presentation. An analysis of 163 cases. Am J Obstet Gynecol. 1966 Apr 15. 94(8):1092-7. [Medline].
  31. Reddock JW. Face Presentation. Am J Obstet Gynecol. 1948. 56:86-99.
  32. Reinke T. Face presentation. Am J Obstet Gynecol. 1958. 66:1185-90.
  33. Rudolph SJ. Face presentation. Am J Obstet Gynecol. 1947. 54:987-93.
  34. Salzmann B, Soled M, Gilmour T. Face presentation. Obstet Gynecol. 1960. 16:106-12.
  35. Scheer K, Nubar J. Variation of fetal presentation with gestational age. Am J Obstet Gynecol. 1976 May 15. 125(2):269-70. [Medline].
  36. Schwartz Z, Dgani R, Lancet M. Face presentation. Aust N Z J Obstet Gynaecol. 1986 Aug. 26(3):172-6. [Medline].
  37. Tancer ML, Rosanelli  P. Face and persistent brow presentations. Obstet Gynecol. 1957 Dec. 10(6):632-5. [Medline].

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...