Endocrinologia

Glucagone

Hits: 33

Il Glucagone è un ormone di natura polipeptidica, prodotto dal pancreas nelle cellule α degli isolotti del Langherans; Il gene che lo codifica si trova nel braccio lungo del cromosoma 2.

La secrezione di glucagone è stimolata da stati di ipoglicemia (<80 mg/dl) e dall’attività fisica medio-alta prolungata.

Il glucagone esercita la sua attività legandosi ai propri specifici recettori posti sulle cellule del fegato, rene e tessuto adiposo.

Il GLP-1  (Glucagon Like Peptide-1)  è un ormone peptidico lungo di 30 o 31 aminoacidi derivante dall’elaborazione post- traslazionale tessuto-specifica del peptide proglucagone. Viene prodotto e secreto dalle cellule L enteroendocrine intestinali e da alcuni neuroni all’interno del nucleo del tratto solitario nel tronco cerebrale durante il consumo di cibo. Esercita un’azione favorente il senso di sazietà stimolando i nuclei primari ipotalamici POMC e CART insieme a leptina e insulina.

Il glucagone ha azione iperglicemizzante: è un antagonista dell’insulina (prodotta dalle cellule β degli isolotti del Langherans).

L’azione iperglicemizzante del glucagone è determinata da:

1) attivazione dell’enzima glicogeno fosforilasi e conseguente attivazione della glicogenolisi a livello epatico (scissione del glicogeno con formazione di molecole di glucosio).

2) blocco dell’enzima glicogeno sintetasi che ha come conseguenza  la mancata sintesi del glicogeno.(inibizione della glicogenosintesi)

Altre azioni del glucagone:

  • inibisce la glicolisi: processo metabolico mediante il quale, in condizioni di anaerobiosi non stretta, una molecola di glucosio viene scissa in due molecole di piruvato al fine di generare molecole a più altaenergia, come 2 molecole di ATP e 2 molecole di NADH per ogni molecola di glucosio utilizzata. La glicolisi è il mezzo per ottenere energia più sfruttato in natura sebbene non sia il più efficiente
  • inibisce la sintesi degli acidi grassi
  • favorisce la mobilizzazione degli acidi grassi dal tessuto adiposo e la scissione degli stessi nel fegato 
  • aumenta la sintesi dei corpi chetonici 
  • promuove la sintesi delle catecolamine a livello delle ghiandole surrenali determinando un aumento della forza contrattile del cuore (effetto inotropo positivo) 

Una mutazione del gene 2 può determinare l’insorgenza di diabete II

Il glucagone può essere utilizzato in caso di grave ipoglicemia ed è somministrato per via sottocutanea, intramuscolare o endovenosa e recentemente come spray nasale.

References:

  1. Saad MJ et al.: Effect of glucagon on insulin receptor substrate-1 (IRS-1) phosphorylation and association with phosphatidylinositol 3-kinase (PI 3-kinase). FEBS Lett. 1995 Aug 14; 370(1-2):131-134.
  2. Perea A, Clemente F, Martinell J, Villanueva-Peñacarrillo ML, Valverde I. Physiological effect of glucagon in human isolated adipocytes. Horm Metab Res. 1995 Aug; 27(8):372-75.
  3. Abrahamsen N, Nishimura E. Regulation of glucagon and glucagon-like peptide-1 receptor messenger ribonucleic acid expression in cultured rat pancreatic islets by glucose, cyclic adenosine 3′,5′-monophosphate, and glucocorticoids. Endocrinology. 1995 Apr;136(4):1572-8.
  4. Young A. Inhibition of glucagon secretion. Adv Pharmacol. 2005; 52:151-71.
  5. Farhy LS, McCall AL. Pancreatic network control of glucagon secretion and counterregulation. Methods Enzymol. 2009; 467:547-81.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...