Endocrinologia

Endocrinologia della riproduzione

Hits: 670

IPOTALAMO:

L’ipotalamo appartiene al sistema nervoso centrale, ma da un punto di vista funzionale i suoi neuroni sono capaci di ricevere sia i segnali che arrivano dalle strutture nervose superiori (Corteccia cerebrale, epifisi, sistema libico) sia quelli che provengono dalle varie ghiandole endocrine (gonadi, ipofisi, ecc.). Stress di vario tipo arrivano alla corteccia cerebrale che risponde con la secrezione di oppioidi  (in particolare b-endorfine), neuropeptide Y, dopamina, serotonina, noradrenalina che agiscono sull’ipotalamo che a sua volta produce corticotropina (CRH) che stimola la secrezione di ACTH ipofisario. L’ipotalamo é quindi la sede ove si verificano le connessioni fra la parte del sistema nervoso centrale e quella del sistema endocrino (ormonale) da cui dipende anche la funzione riproduttiva della donna e dell’uomo.
Gli ormoni prodotti dall’ipotalamo hanno prevalentemente una struttura polipeptidica ed agiscono sulla sottostante ghiandola ipofisi che é situata  nella sella turcica dell’osso sfenoide.  L’ipofisi anteriore o adenoipofisi é collegata all’ipotalamo da un sistema circolatorio (sistema portale) nel quale vengono immessi, ad opera di sinapsi neuro-vascolari, gli ormoni ipotalamici, che arrivano così all’ipofisi; attraverso questo stesso sistema per via retrograda gli ormoni prodotti dall’ipofisi possono giungere all’ipotalamo ed influenzarne le funzioni (feed-back corto).  Gli ormoni ipotalamici determinano a livello dell’adenoipofisi la sintesi, l’accumulo e, quindi, la dismissione nel sangue di una serie di prodotti che, come é noto, vengono chiamati tropine in quanto agiscono su altre ghiandole endocrine nell’ambito di funzioni dipendenti da quella ipofisaria (ovaio, testicolo, surrene, accrescimento, funzione corticosurrenalica, funzione mammaria ecc.). I polipeptidi ipotalamici sono indicati come Releasing Hormone (R.H.). Il termine releasing indica chiaramente che si tratta di ormoni che stimolano la dismissione, il rilascio, l’ingresso nel circolo ematico di altri ormoni come quelli della ghiandola ipofisaria. E’ probabile che esista un RH per ogni tropina ipofisaria; a tutt’oggi si sono potuti isolare e/o sintetizzare soltanto:
  1. · un Releasing Hormone per le due gonadotropine ipofisarie e cioè il Gn-RH che stimola la secrezione sia della gonadotropina LH sia della FSH e sono secreti a livello dei nn. Sovraottico e Paraventricolare dell’ipotalamo..
  2. · un Releasing Hormone per la tireostimolina ipofisaria TRH (Thyreotropin Releasing Hormone);
  3. · un Releasing Hormone per l’ormone ipofisario della crescita: GH-RH (Growth Hormone Releasing Hormone);
  4. · un Releasing Hormone per la tropina che stimola il corticosurrene: ACTH-RH o CRH[1] (Corticotropin Releasing Hormone o ACTH Releasing Hormone).
L’ipotalamo produce anche ormoni o fattori che inibiscono la secrezione ipofisaria (Inhibiting Hormones o Inhibiting Factors). Sono stati isolati finora:
  • · l’inibitore ipotalamico dell’ACTH (Adrenocorticotropin Inhibiting Hormone);
  • · il fattore o uno dei fattori ipotalamici che inibiscono a livello ipofisario la secrezione di Prolattina (HPRL), cioè la Dopamina (DA);
  • · l’ormone ipotalamico che inibisce l’ormone ipofisario della crescita (Growth Hormone Inhibiting Factor) o Somatostatina che inibisce anche la secrezione della prolattina ed è prodotto anche dalle cellule del sistema neuroendocrino APUD (Amine Precursor Uptake and Decarboxylation) diffuso in tutti gli organi.


    Pagine 1 2 3 4