Chirurgia, Endocrinologia, Ginecologia, Laparoscopia

Sindrome dell’ovaio residuo

Hits: 16

ORS – degenerazione cistica/emorragica

La sindrome dell’ovaio residuo (ORS) è definita come la presenza di tessuto ovarico in una paziente che ha avuto una precedente ovariectomia monolaterale. L’ORS è stata descritta per la prima volta nel 1970 in un rapporto di uno studio sui felini in cui i campioni ovarici lasciati nella cavità addominale per valutare la loro capacità di reimpiantarsi e conservando la loro funzionalità.  

Fisiopatologia: ll restante tessuto ovarico funzionale può avere crescita iperplastica, degenerazione cistica o emorragia e causare dolore.

Diagnostica:

A) Dolore pelvico cronico: da attribuire a degenerazione cistica/emorragica del residuo ovarico,  ascesso tubo-ovarico, aderenze post-chirurgiche, malattia infiammatoria pelvica (PID)compressione della massa ovarica su intestino, vescica e soprattutto uretere.

B) USG, RMN, LPS esplorativa, dosaggio sierico di progesterone e AMH

TERAPIA:

  1. Gn-RH-a
  2. FANS, (indometacina, ketoprofene)
  3. Antinfiammatori enzimatici (Bromelina)
  4. Rimozione chirurgica dei residui ovarici. L’escissione laparoscopica o laparotomica dei resti ovarici è relativamente semplice ma la procedura richiede quasi sempre una dissezione retroperitoneale ed è associata ad un alto rischio di complicanze. Un’attenta pianificazione e preparazione chirurgica sono essenziali.
  5. Resezione del nervo pre-sacrale di Letarjet – il n. pre-sacrale è il ramo terminale dal tronco simpatico che raccoglie i nervi dal centro simpatico toraco-lombare T11, T12, L1 e scende in basso lungo la parete anteriore della colonna vertebrale per formare, sulla parete anteriore del tratto iniziale dell’a. iliaca comune di sinistra, il plesso ipogastrico superiore che a sua volta si divide nei due plessi ipogastrici medi, destro e sinistro, dove confluiscono anche i nn. parasimpatici provenienti dalle radici anteriori S2-S3-S4. La resezione del nervo di Latarjet rimane tutt’oggi il gold standard terapeutico per il dolore pelvico cronico  resistente alla terapia medica.

 

References:

  1. Ovarian remnant syndrome.Magtibay PM, Magrina JF.Clin Obstet Gynecol. 2006 Sep; 49(3):526-34
  2. [Ovarian remnant syndrome: diagnostic difficulties and management]. Fat BC, Terzibachian JJ, Bertrand V, Leung F, de Lapparent T, Grisey A, Maillet R, Riethmuller D.Gynecol Obstet Fertil. 2009 Jun; 37(6):488-94. Epub 2009 May 19.
  3. Lafferty HW, Angioli R, Rudolph J, Penalver MA. Ovarian remnant syndrome: experience at Jackson Memorial Hospital, University of Miami, 1985 through 1993. Am J Obstet Gynecol. 1996;174:641.
  4. Gallmetzer J., Reider W.M  Sindrome dell’ovaio residuo con stenosi ureterale.  Minerva Urologica e Nefrologica 2000 March;52(1):49-52
  5. Siddall-Allum J, Rae T, Rogers V, et al. Chronic pelvic pain caused by redidual ovaries and ovarian remnants. Br J Obstet Gynaecol. 1994;101:979.
  6. Ovarian remnant syndrome. Magtibay PM, Nyholm JL, Hernandez JL, Podratz KC.Am J Obstet Gynecol. 2005 Dec; 193(6):2062-6.
  7. Pathologic findings and outcomes of a minimally invasive approach to ovarian remnant syndrome. Kho RM, Magrina JF, Magtibay PM.Fertil Steril. 2007 May; 87(5):1005-9.
  8. Nezhat F, Nezhat C, Nezhat CH, et al. Use of laparoscopic ultrasonography to detect ovarian remnants. Am J Obstet Gynecol. 1996;174:641.
  9. S, Possover M, Schneider A. Description of a laparoscopic technique for treating patients with ovarian remnant syndrome. Fertil Steril. 1997;68:663.
  10. Petit PD, Lee RA. Ovarian remnant syndrome: diagnostic dilemma and surgical challenge. Obstet Gynecol.1988;71:580.
  11. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...