Chirurgia, Mammella, Oncologia

Mastectomia

Hits: 486

Mastectomia

di Tatjana Volpicelli

Per mastectomia (dal greco: mastòs, mammella ed ek tome, portare via da) si intende la asportazione chirurgica della mammella. L’exeresi può essere limitata a ghiandola mammaria, cute che la riveste, areola e capezzolo o allargata anche ai sottostanti muscolo grande pettorale e muscolo piccolo pettorale. Numerose  le varianti, più o meno demolitive, che vengono eseguite a seconda della gravità della malattia di base basata pricipalmente sulla classificazione TNM.

MASTECTOMIA SOTTOCUTANEA: per alcuni tumori in fase iniziale e non infiltranti, questo intervento comporta l’asportazione dell’intera ghiandola mammaria preservando la cute della mammella ed il complesso areola-capezzolo. È l’intervento ideale quando si voglia ricostruire in contemporanea la mammella mediante inserimento di protesi.

MASTECTOMIA TOTALE SEMPLICE: Asportazione completa della ghiandola mammaria, con sovrastante losanga cutanea comprendente il complesso areola-capezzolo fino alla fascia del muscolo grande pettorale, non associata alla linfadenectomia ascellare nè asportazione dei muscoli pettorali. Viene effettuata nel caso in cui il Linfonodo Sentinella non sia interessato da metastasi. Può essere anch’essa seguita dalla ricostruzione nello stesso tempo chirurgico. Trova indicazione in presenza di neoplasie infiltranti di piccole dimensioni o di estese microcalcificazioni morfologicamente sospette alla mammografia, o in caso di scelta della paziente che per sicurezza rifiuta l’intervento conservativo.

Tecnica chirurgica: la paziente è posta in posizione allungata sul tavolo operatorio con il braccio omolaterale  alla mammella da operare alzato a 90°. 

Lincisione è obliqua, a forma di ellisse comprendente areola e capezzolo’ la più bassa possibile in modo da non essere visibile nel décolleté.

MASTECTOMIA RADICALE SEC. HALSTED: È l’intervento storicamente più antico,  ideato da Halsted nel 1894 ed universalmente adottato fino agli anni ’60,  molto aggressivo per la necessità di asportare tumori voluminosi e destruenti. Consiste nella asportazione in blocco della intera mammella compresi i due muscoli pettorali su cui poggia e dell’intero pacchetto di linfonodi che vanno dalla mammella al cavo ascellare. L’ampia demolizione non consente una ricostruzione mammaria mediante protesi ma solo mediante lembi miocutanei che vengono trasferiti con la vascolarizzazione propria dalla loro posizione originaria nella sede della mammella asportata.

MASTECTOMIA TOALE MODIFICATA SEC. PATEY: Comporta l’asportazione in blocco della ghiandola mammaria, della cute sovrastante e del complesso areola-capezzolo. Nell’intervento di Patey si associa l’asportazione del muscolo piccolo pettorale, con conservazione del muscolo grande pettorale, e l’asportazione dei linfonodi ascellari

MASTECTOMIA RADICALE MODIFICATA (MRM) SEC. MADDEN Mastectomia totale associata a linfoadenectomia ascellare con risparmio del muscolo piccolo e grande pettorale e si procede a linfadenectomia. .

MASTECTOMIA CON RISPARMIO CUTANEO (SKIN SPARING MASTECTOMY, SSM) Asportazione completa della ghiandola mammaria, con sovrastante losanga cutanea (meno estesa) comprendente il complesso areola-capezzolo. Predispone a ricostruzione in due tempi con inserimento di espansore retromuscolare. Viene conservata la sensibilità cutanea. Una metanalisi condotta da Lanitis ed altri nel 2010 ha riscontrato una uguale percentuale di recidive locali fra la mastectomia radicale e la SSM. 

MASTECTOMIA CON RISPARMIO DEL COMPLESSO AREOLA-CAPEZZOLO (NIPPLE SPARING MASTECTOMY) Asportazione completa della ghiandola mammaria, con risparmio del completo rivestimento cutaneo e del complesso areola-capezzolo; prevede sempre l’esame intraoperatorio del tessuto retroareolarePredispone a ricostruzione in due tempi con inserimento di espansore retromuscolare oppure, in taluni casi, a ricostruzione immediata con impianto protesico. Indicata in mammelle medio-piccole. Gode di ampia compliance da parte della paziente.

MASTECTOMIA SKIN REDUCING Mastectomia totale, con possibile risparmio del complesso areola-capezzolo, associata a ricostruzione immediata con impianto protesico. Indicata in mammelle medio-grandi particolarmente ptosiche.

QUADRANTECTOMIA: Negli anni ’70 Umberto Veronesi dell’Istituto Tumori Milano mise a punto l’intervento di quadrantectomia che si limita ad asportare esclusivamente il quadrante di mammella contenente il tumore associando all’intervento la exeresi della catena linfatica ascellare e la irradiazione del parenchima residuo.

TUMORECTOMIA: L’ulteriore progresso nel campo della diagnosi precoce consente oggi di eseguire, ma sempre per tumori svelati in fase iniziale, interventi ancora più limitati di tumorectomia, cioè asportazione della sola zona interessata dalla neoplasia. Per tumori <5 cm e con linfonodi negativi, confrontando la tecnica di tumorectomia con quella di mastectomia radicale modificata, si è visto che quest’ultima offre un miglior controllo delle recidive locali ma la sopravvivenza e la comparsa di metastasi a distanza sono sovrapponibili.

Articoli correlati:  Plastica ricostruttiva mammaria

Dr. Tatjana Volpicelli

Bibliografia:

  1. Hinton CP, Doyle PJ, Blamey RW, et al . Subcutaneous mastectomy for primary operable breast cancer. Br J Surg 1984;71:469–72. 
  2. Freitas-Júnior R1Oliveira ELPereira RJSilva MAEsperidião MDZampronha RARibeiro LFQueiroz GSJorge EARahal RMFerro JEPaulinelli RRBarbosa SFModified radical mastectomy sparing one or both pectoral muscles in the treatment of breast cancer: intra and postoperative complications.  Sao Paulo Med J. 2006 May 4;124(3):130-4
  3. Andre Vallejo da Silva et al .Oncological Safety of Pectoralis Fascia Preservation in Modified Radical Mastectomies International Journal of Cancer Research, ISSN:2051-784X, Vol.49, Issue.1 1626
  4. Wang F, Peled AW, Garwood E, et al . Total skin-sparing mastectomy and immediate breast reconstruction: an evolution of technique and assessment of outcomes. Ann Surg Oncol 2014;21:3223–30
  5. Patey D.H. and Dyson W.H. (1948) The prognosis of carcinoma of the breast in relation to the type of operation performed  Br J Cancer, 2:7.
  6. Veronesi U.,et al., (1981), Comparing radical mastectomy with quadrantectomy, axillary dissection, and radiotherapy in patients with small cancers of the breast N Engl J Med, 305:6-11.
  7. Sandelin K., et al. (2004) Oncological outcome after immediate breast reconstruction for invasive  breast cancer, a long-term study Breast, 13, pp 210-218.
  8. Isken T., et al. , (2009) Abdominal fascial flaps for  providing total implant coverage in one-stage breast reconstruction: an autologous solution.   Aesthetic Plast Surg, 33, pp 853-858.
  9. Riaz A Agha et al: Nipple sparing versus skin sparing mastectomy: a systematic review protocol
  10. BMJ Open2016;6:e010151 doi:10.1136/bmjopen-2015-010151
  11. Health and Social Care Information Centre. National Mastectomy and Breast Reconstruction Audit; Fourth Annual Report. http://www.hscic.gov.uk/catalogue/PUB02731/clin-audi-supp-prog-mast-brea-reco-2011-rep1.pdf (accessed 28 Apr 2016).
  12. Toth BA, Lappert P . Modified skin incisions for mastectomy: the need for plastic surgical input in preoperative planning. Plast Reconstr Surg 1991;87:1048–53. 
  13. Lanitis S, Tekkis PP, Sgourakis G, et al . Comparison of skin-sparing mastectomy versus non-skin-sparing mastectomy for breast cancer: a meta-analysis of observational studies. Ann Surg 2010;251:632–9. doi:10.1097/SLA.0b013e3181d35bf8
  14. Madden JL . Modified radical mastectomy. Surg Gynecol Obstet 1965;121:1221–30.
  15. Djohan R, Gage E, Gatherwright J, et al . Patient satisfaction following nipple-sparing mastectomy and immediate breast reconstruction: an 8-year outcome study. Plast Reconstr Surg 2010;125:818–29. doi:10.1097/PRS.0b013e3181ccdaa4
  16. Piper M, Peled AW, Foster RD, et al . Total Skin-Sparing Mastectomy: A Systematic Review of Oncologic Outcomes and Postoperative Complications. Ann Plast Surg 2013;70:435–7.
  17. De La Cruz L, Moody AM, Tappy EE, et al . Overall survival, disease-free survival, local recurrence and nipple-areolar recurrence in the setting of nipple-sparing mastectomy: A meta-analysis and systematic review. Ann Surg Oncol2015;22:3241–9.
  18. Litère S et al.:  Breast conserving therapy versus mastectomy for stage I–II breast cancer: 20 year follow-up of the EORTC 10801 phase 3 randomised trial. The Lancet Oncology;2012;13,4:412-419

    ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha loading...